Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
finalisti italiani s pellegrino young chef academy

29/07/22

S.Pellegrino Young Chef Academy 2022-23: i finalisti italiani

Read the article

La lunga attesa è quasi finita: la competizione di S.Pellegrino Young Chef Academy 2022-23 entra nel vivo con l’annuncio dei finalisti italiani che a gennaio 2023 gareggeranno per il titolo di miglior giovane chef al mondo. A giudicarli, cinque grandi protagonisti della gastronomia, scelti per la loro esperienza e per il loro prestigioso percorso, che avranno il compito di decretare chi accederà alla finalissima del 2023.

S.Pellegrino Young Chef Academy 2022-23: i nomi dei finalisti italiani

Ecco i nomi dei finalisti italiani che parteciperanno alla finale locale italiana presentando il loro signature dish: Michele Antonelli con Spin the Cauliflower; Marco Apicella con Shades of Snapper. Danilo Vella con il piatto Come in Sicily with Me. Ancora, Paolo Anzil con Borsch. Tra i finalisti italiani anche Katherine Rios con Migraton and Integration. Undecided Gurnard è il nome del piatto del giovane chef Nicholas Reina. Ancora, Davide Modesti con Verza all’Olio. Andrea Borroni si presenta con The spitting of the squid. Silvia Mocco partecipa con Braised Eel, Sweet and Sour Pork Stock and Lettuce. Infine Maria Chiara Brannetti con Lamb in Trap.

In tutto il mondo si svolgeranno 15 finali regionali e ciascuna di esse darà la possibilità a giovani chef di talento in tutto il mondo di competere per un posto nella Grand Finale che si svolgerà a Milano il prossimo anno. In palio non c’è solo il titolo di miglior young chef: i finalisti gareggeranno anche i premi Acqua Panna Award for Connection in Gastronomy, S.Pellegrino Award for Social Responsibility e Fine Dining Lovers Food for Thought Award, quest'ultimo assegnato dai lettori di Fine Dining Lovers. 

Scopri l'elenco completo dei finalisti regionali S.Pellegrino Young Chef Academy 2022-23 e i dettagli delle finali regionali in tutto il mondo. 

S.Pellegrino Young Chef Academy 2022-2023: la giuria italiana

I membri della giuria italiana che selezioneranno il miglior Young Chef italiano sono già stati presentati al pubblico in occasione dell'ultima edizione di Identità Golose 2022 che si è tenuta a Milano lo scorso aprile.   

Ecco di chi si tratta: Andrea Aprea, ex executive chef al VUN del Park Hyatt Milano (2 stelle Michelin), che ha appena inaugurato il ristorante gastronomico all’ultimo piano del Museo Etrusco, della Fondazione Luigi Rovati, a Milano; Donato Ascani, giovane e talentuoso chef al Glam di Palazzo Venart a Venezia (2 stelle Michelin e gestione di Enrico Bartolini); Giuseppe Iannotti, patron del ristorante Krèsios di Telese Terme, autodidatta e riconosciuto per la sua grande tecnica e la sua conoscenza delle materie prime; Viviana Varese, chef patron di ViVa, ristorante stellato all’ultimo piano di Eataly Smeraldo a Milano, e di Io sono Viva, dolci e gelati, gelateria artigianale con pasticceria all’interno del rinnovato Mercato Comunale in piazzale Lagosta a Milano; Jessica Rosval, alla corte di Massimo Bottura e head chef di Casa Maria Luigia, guesthouse proprio del gruppo Francescana, direttrice culinaria e co-fondatrice di Roots, ristorante e progetto sociale dedicato all’integrazione delle donne migranti.
Scopri i componenti di tutte le giurie regionali

In attesa della Grand Finale di S.Pellegrino Young Chef Academy 2022-2023

La competizione, ora alla sua quinta edizione, rappresenta un’opportunità unica per i giovani chef e offre loro l'occasione di avere a che fare con i più influenti professionisti del settore. I vincitori delle finali regionali che parteciperanno alla Grand Finale, vedranno valutare i loro piatti da una speciale Grand Jury di Sette Saggi internazionali. Si tratta di Pía León del Kjolle a Lima e co-titolare del Central, Lima, ristorante che si è recentemente aggiudicato il secondo posto tra i World's 50 Best Restaurants 2022; e poi ancora, Riccardo Camanini di Lido 84 a Gardone Riviera, Italia (ottavo classificato nei recenti World's 50 Best Restaurants 2022 ), Héléne Darroze di The Connaught a Londra, Vicky Lau del Tate Dining Room a Hong Kong, Julien Royer di Odette a Singapore, Nancy Silverton dell’Osteria Mozza a Los Angeles e Eneko Atxa di Azurmendi a Larrabetzu, Bilbao. Scopri di più sulla Grand Jury.

Partecipare è molto più che competere per un titolo. Rappresenta infatti la possibilità di entrare a far parte della S.Pellegrino Young Chef Academy, una comunità globale che offre opportunità di formazione, mentoring e networking con i migliori professionisti. Comincia un viaggio stimolante dove il talento non conosce confini: auguriamo a ogni finalista italiano in bocca al lupo e attendiamo di vedere i vincitori alla Grand Finale nel 2023!