Social

Follow us

Manca poco alla finale S.Pellegrino Young Chef Italia & Sud Est Europa 2019-2020

I Membri della giuria di Italia e Sud Est Europa

Il Fine Dining Lovers Food for Thought Award viene assegnato dai lettori di Fine Dining Lovers che avranno la possibilità di votare online per il loro giovane chef preferito della regione Italia e Sud Est Europa. Dal 28 settembre e fino al 17 ottobre, vota il tuo chef preferito che meglio rappresenta la sua filosofia personale con il signature dish. Non perdere l’occasione di votare!

La Finale Regionale di Italia & Sud Est Europa di S.Pellegrino Young Chef 2019-2020, la manifestazione che di anno in anno si pone come obiettivo quello di scoprire e far crescere nuovi talenti, si terrà il 21 ottobre 2019, a Milano.

ALMA ha selezionato i dieci finalisti regionali nel rispetto delle Golden Rules del contest.
I giovani dovranno sfidarsi in una sessione di live cooking e preparare i rispettivi Signature Dish. Sarà poi compito della giuria decretare il vincitore, colui che si dimostrerà in grado di rappresentare la propria regione a livello globale

Oltre al premio principale, verranno assegnati altri tre importanti riconoscimenti: “Fine Dining Lovers Food for Thought Award”, “S.Pellegrino Award for Social Responsibility” e “Acqua Panna Award for Connection in Gastronomy”.                  

La giuria locale per Italia e Sud Est Europa

La regione Italia e Sud Est Europa comprende Italia, Romania, Slovenia e Croazia, tutti Paesi rappresentati dalla giuria locale composta da chef di fama internazionale che è stata annunciata lo scorso 15 aprile a Milano.

Antonia Klugmann (Italia)
La chef Antonia Klugmann ha iniziato tardi, ma si è subito fatta notare preparando piatti multiculturali con un rinnovato rispetto per la materia prima. Ha aperto il suo primo ristorante, Antico Foledor Conte Lovaria, nel 2006 e si è imposta come una dei migliori chef emergenti. Dopo due esperienze in ristoranti stellati Michelin a Venezia e dintorni, Klugmann ha aperto la sua seconda location nel 2014, L’Argine a Vencó. Grazie anche al vicino confine con la Slovenia, i piatti della chef Klugmann mescolano culture e influenze della cucina locale con il suo background Serbo-Austriaco.

Matias Perdomo (Italia)
L’uruguaiano Matias Perdomo è lo chef dietro al fantasioso ristorante Contraste (una stella Michelin) di Milano. Perdomo lavora in cucina da quando aveva 14 anni, e ha passato i primi anni nella sua terra natale, poi a Montevideo. Ma la sua creatività e la sua tecnica sono emerse quando si è trasferito a Milano e ha preso le redini della tradizionale osteria Pont de Ferr. Nel 2018 ha aperto Exit, un chiosco in cui semplicità e qualità sono bilanciati con creatività e accessibilità.

Janez Bratovž (Slovenia)
Lo chef Janez Bratovž, dell’eponimo ristorante JB di Lubiana, è stato il primo chef sloveno a comparire nell’elenco dei The World’s 100 Best Restaurants. Con le sue esperienze in Austria, Francia e Italia, Bratovž crea piatti audaci e originali utilizzando gli ingredienti che offre la città di Lubiana, e combinando le influenze delle cucine mediterranea, francese e slovena.

Oana Coantă (Romania)
Chef proprietaria del Bistro de l’Arte a Brasov, Romania. Crede nella filosofia della neo-gastronomy come identificazione dello stretto legame tra piatto, pianeta, persone e cultura.

Pino Cuttaia (Italia)
Lo chef Pino Cuttaia, originario della Sicilia dove guida il celebre Ristorante La Madia, propone reinterpretazioni dei classici siciliani, piatti audaci e ben studiati. Cuttaia ha lavorato in molti ristoranti stellati Michelin nel Nord Italia prima di tornare a Licata per aprire La Madia, nel 2000. Gli ingredienti locali sono i veri protagonisti. Cuttaia e la moglie cercano di creare piatti semplici e familiari, trasformandoli però in qualcosa di unico.

Ana Grgić (Croazia)
Ana Grgić, executive chef di Zinfandel’s Restaurant, e di Bistro Esplanade in Croazia, è stata lodata da molti come la stella nascente della scena gastronomica croata. Grgić ha lavorato in numerose cucine in giro per il mondo e davanti a molte famiglie reali. Nel 2016 è stata la prima donna nella giuria di MasterChef Croazia. Il suo stile culinario è una combinazione di classici mediterranei e continentali, nel rispetto della stagionalità e della qualità degli ingredienti in piatti perfezionati con grande attenzione.

Marianna Vitale (Italia)
La chef Marianna Vitale del Ristorante SUD di Napoli, è considerata una pioniera della food culture napoletana in continua evoluzione. Il suo amore per il cibo risale alla sua infanzia, grazie al padre chef e alla nonna, un’eccellente cuoca casalinga. Vitale si affaccia sul mondo della gastronomia solo nel 2008, apre il Ristorante SUD nel 2009, ed è stata votata Best Female Chef dell’anno da L’Espresso e Identità Golose.

Una grande novità di questa edizione sta nell’opportunità data a ciascuno dei 10 finalisti di essere supportato dal proprio chef mentore che darà il suo contributo nel perfezionamento della ricetta. Grazie alla vicinanza dei mentor i finalisti potranno esprimersi al meglio e avere l’occasione di comprendere ancor di più il ruolo della gastronomia come motore per il cambiamento.

Ecco l’elenco dei 10 mentor che affiancheranno e guideranno i finalisti regionali durante le sfide:

Luca Natalini, Mentore: Alessandro Rapisarda (Italia)
Antonio Romano, Mentore: Francesco Nunziata (Italia)
Davide Marzullo, Mentore: Davide Maci (Italia)
Alessandro Bergamo, Mentore: Riccardo Camanini (Italia)
Roxana Blenche, Mentore: Cezar Munteanu (Romania)
Tommaso Tonioni, Mentore: Gabriele Bonci (Italia)
Jakob Pintar, Mentore: Luka Košir (Slovenia)
Deni Srdoč, Mentore: Tvrtko Šakota (Croazia)
Maria Chiara Brannetti, Mentore: Vincenzo Dinatale (Italia)
Diana Teodora Draghici, Mentore: Adrian Hadean (Romania)

Il finalista vincitore di questa Finale Regionale e i vincitori dei tre premi saranno annunciati su www.SanpellegrinoYoungChef.com.

Scopri di più su S.Pellegrino Young Chef 2019-2020 attraverso i nostri canali social su Facebook Instagram, e seguendo gli hashtag #Sanpellegrino e #SPYoungChef.

Up

View in portrait mode.