Social

Follow us

S.Pellegrino coinvolge i cinque sensi a Identità Golose 2018

S.Pellegrino The Experience Table a Identità Golose

Grande successo per S.Pellegrino a Identità Golose 2018, l’International Chef Congress che si è svolto dal 3 al 5 marzo a Milano.

Partner ufficiale dell’evento, S.Pellegrino ha allestito uno spazio interamente dedicato al concorso S.Pellegrino Young Chef e ha ospitato il finalista italiano Edoardo Fumagalli (chef de La locanda del Notaio di Pellio Intelvi, Como), i vincitori italiani delle due scorse edizioni Alessandro Rapisarda e Paolo Griffa,  oltre allo chef Elio Sironi del ristorante Ceresio 7 (Milano).

Il pubblico non si è fatto intimidire dalla neve del sabato mattina ed è arrivato numeroso a Identità Golose seguendo con interesse grandi nomi della cucina internazionale come Carlo Cracco, Davide Oldani, Antonia Klugmann, i fratelli Alajmo e Massimo Bottura, oltre a Virgilio MartinezAna RošOriol Castro, Josep Roca, e Clare Smyth.

Occhi puntati sulle star e le loro creazioni culinarie, grazie anche alla straordinaria interpretazione del tema dell’edizione 2018, “Il Fattore Umano”, da parte di S.Pellegrino che è riuscita a  coinvolgere il pubblico in un modo del tutto originale.

The Experience Table

Durante i tre giorni di congresso, S.Pellegrino ha sorpreso il pubblico di Identità Golose con un’esperienza immersiva e spettacolare, The Experience Table, in cui i fortunati partecipanti, tra i quali anche dei visitatori d'eccezione come gli chef Virgilio Martinez e Yannick Alleno, hanno scoperto il mondo del contest S.Pellegrino Young Chef insieme al finalista italiano, Edoardo Fumagalli, che sfiderà a maggio i vincitori degli altri 20 paesi in gara.

Gli invitati alla tavola di The Experience Table, otto alla volta, hanno vissuto con entusiasmo un’esperienza inedita grazie a un sofisticato sistema di suoni, luci e immagini che scorrevano su un tavolo da pranzo che ha preso vita. La storia raccontata era quella di S.Pellegrino Young Chef e in particolare del vincitore italiano, Edoardo Fumagalli. The Experience Table ha coinvolto tutti e cinque i sensi incluso il gusto, con degli assaggi mirati a far conoscere l’idea di cucina Edoardo Fumagalli che gli ha permesso di trionfare alla finale italiana. Gli assaggi consistevano in un paninetto con maionese al prezzemolo, meringa salata ai peperoni e crema di lime, taccola ripiena alla senape.

Rivivi le emozioni di The Experience Table con queste fotografie.

  • The Experience Table S.Pellegrino
  • The Experience Table S.Pellegrino
  • The Experience Table S.Pellegrino
  • The Experience Table S.Pellegrino
  • The Experience Table S.Pellegrino

Gli chef allo spazio S.Pellegrino 

 All’ora di pranzo, lo spazio S.Pellegrino ha ospitato quattro diversi chef che si sono messi all’opera per offrire una degustazione al pubblico di Identità Golose. Il primo giorno, sabato, è stato il turno di Edoardo Fumagalli, che ha preparato spuma di patate, crumble al cacao, uovo di quaglia poché al tartufo nero e quinoa soffice. Domenica è stata la volta dei due giovani talenti della cucina italiana, Alessandro Rapisarda con la sua scaloppina “al limone” e Paolo Griffa con crepinette di cervo e foie gras, insalata di cavoletti di Bruxelles al tartufo nero. Lunedì, invece, dietro ai fornelli c’era Elio Sironi che ha deliziato il pubblico con gamberi e burrata di Carmagnola. Durante il pranzo riservato della domenica, Franco Pepe della pizzeria gourmet Pepe in Grani di Caiazzo (Caserta) ha cucinato per otto ospiti di S.Pellegrino.

Scorri le foto degli chef impegnati a preparare le loro creazioni per il pubblico. 

Rivivi i momenti più importanti di S.Pellegrino a Identità Golose su Facebook e Instagram con gli hashtag #SPYoungChef #TheExperienceTable e #IGmi18. Non perderti gli highlights dell’evento su Fine Dining Lovers.

Up

View in portrait mode.