Social

Follow us

Mirazur vince The World’s 50 Best Restaurants 2019

Ritratto del vincitore Mauro Colagreco, chef del Mirazur

Il ristorante Mirazur di Mentone, Francia guidato dallo chef Mauro Colagreco ha vinto The World’s 50 Best Restaurants, sponsorizzato da S.Pellegrino e Acqua Panna.

L’annuncio dei vincitori del prestigioso evento, che premia il meglio della gastronomia mondiale, si è tenuto il 25 giugno a Singapore.

Al secondo posto il ristorante Noma di Copenhagen, Danimarca. Al terzo Asador Etxebarri di Atxondo, Spagna.

Food Meets Future

La sera prima della premiazione, il 24 giugno, S.Pellegrino ha presentato "Food meets Future”: un evento interattivo suddiviso in quattro parti per celebrare inclusione, ispirazione, responsabilità e talento, e per festeggiare il 120° anniversario di S.Pellegrino.

ALTRI RICONOSCIMENTI

Durante la serata sono stati nominati per i premi annuali molti ristoranti e chef, con una particolare attenzione a quelli emergenti. Tra questi riconoscimenti vi sono sia quello relativo alla new entry che si posiziona più alta in classifica, sia quello dedicato al proprietario e chef che si impegna maggiormente in ambito ambientale e sociale.

THE WORLD’S BEST PASTRY CHEF AWARD

Jessica Préalpato - Plaza Athénée (Parigi, Francia)

HIGHEST CLIMBER AWARD

Azurmendi (Larrabetzu, Spagna)

HIGHEST NEW ENTRY AWARD

Noma (Copenhagen, Danimarca)  

ART OF HOSPITALITY AWARD

Den (Tokyo, Giappone)

CHEF’S CHOICE AWARD

Chef Alain Passard - L'Arpège (Parigi, Francia)

SUSTAINABLE RESTAURANT AWARD

Schloss Schauenstein (Fürstenau, Svizzera) 

PREVIOUSLY ANNOUNCED AWARDS

Alcuni dei premi di The World’s 50 Best Restaurants erano stati annunciati prima della cerimonia e sono stati poi presentati durante la serata.

Tra questi l’American Express Icon Award, è stato assegnato a José Andrés, premiato per la sua carriera di chef e ristoratore innovativo, oltre che per il al suo più recente impegno umanitario con il progetto World Central Kitchen: due aspetti che lo hanno elevato ad icona mondiale della gastronomia.

“È un grande onore ricevere questo premio, voglio dare voce a chi non ne ha. Cercherò di portare speranza, un piatto dopo l’altro”, ha commentato José Andrés.

Il Miele One To Watch invece è stato assegnato al ristorante Lido 84, sul Lago di Garda. Questo premio celebra i talenti emergenti e ne riconosce il potenziale per entrare in futuro nel ranking di The World’s 50 Best Restaurants, Lido 84 è stato aperto nel 2014, dai fratelli Riccardo e Giancarlo Camanini. La parola chiave è provenienza: la filosofia culinaria del ristorante si ispira al panorama circostante al Lago di Garda.

Il premio elit™ Vodka World's Best Female Chef 2019 è andato a Daniela Soto-Innes, chef e socia del moderno ristorante messicano Cosme, a Manhattan. Il Best Female Chef, ora al nono anno, ha premiato 21 donne provenienti da 15 Paesi e continua a stimolare il confronto sulla tematica gender nel mondo della gastronomia.

William Drew, responsabile di The World’s 50 Best Restaurants, ha detto: “Daniela porta un’energia positiva incredibile nei suoi progetti, e ha creato un team che celebra le donne di ogni età. Da Cosme è riuscita ad abbinare innovativi piatti messicani ad un ambiente caldamente ospitale portando un dinamico team al successo e alla celebrità, nell’altamente competitiva scena gastronomica di New York. È un talento immenso, che merita assolutamente questo riconoscimento”.

L’ELENCO COMPLETO: THE WORLD’S 50 BEST RESTAURANTS 2019

1. Mirazur, Menton (France) | BEST RESTAURANT IN EUROPE and BEST RESTAURANT IN THE WORLD
2. Noma, Copenhagen (Denmark) | HIGHEST NEW ENTRY
3. Asador Extebarri, Atxondo (Spain)
4. Gaggan, Bangkok  (Thailand) | BEST RESTAURANT IN ASIA
5. Geranium, Copenhagen (Denmark)
6. Central, Lima (Peru) | BEST RESTAURANT IN SOUTH AMERICA
7. Mugaritz, San Sebastian (Spain)
8. Arpège, Paris (France)
9. Disfrutar, Barcelona (Spain)
10. Maido, Lima (Peru)
11. Den, Tokyo (Japan) |ART OF HOSPITALITY AWARD
12. Pujol, Mexico City (Mexico) | BEST RESTAURANT IN NORTH AMERICA
13. White Rabbit, Moscow (Russia)
14. Azurmendi, Larrabetzu (Spain)| HIGHEST CLIMBER AWARD
15. Septime, Paris (France)
16. Alain Ducasse au Plaza Athénée, Paris (France)
17. Steirereck, Vienna (Austria)
18. Odette, Singapore 
19. Twins Gardens, Moscow (Russia) | NEW ENTRY
20. Tickets, Barcelona (Spain)
21. Frantzén, Stockholm (Sweden) | RE-ENTRY
22. Narisawa, Tokyo (Japan)
23. Cosme, New York (USA)
24. Quintonil, Mexico city (Mexico)
25. Alléno Paris at Pavillon Ledoyen, Paris (France)
26. Boragó, Santiago (Chile) 
27. The Clove Club, London (United Kingdom)
28. Blue Hill at Stone Barns, New York (USA)
29. Piazza Duomo, Alba (Italy)
30. Elkano, Getaria (Spain) 
31. Le Calandre, Rubano (Italy)
32. Nerua, Bilbao (Spain) | NEW ENTRY
33. Lyle's, London (United Kingdom) 
34. Don Julio, Buenos Aires (Argentina) | NEW ENTRY
35. Atelier Crenn, San Francisco (USA) | NEW ENTRY
36. Le Bernardin, New York (USA)
37. Alinea, Chicago (USA)
38. Hiša Franko, Kobarid (Slovenia)
39. A Casa do Porco, Sao Paulo (Brazil) | NEW ENTRY
40. Restaurant Tim Raue, Berlin (Germany) 
41. The Chairman, Hong Kong (China)
42. Belcanto, Lisbon (Portugal) | NEW ENTRY HIGHEST EUROPEAN
43. Hof Van Cleve, Kruishoutem (Belgium)| RE-ENTRY 
44. The Test Kitchen, Cape Town (South Africa) | BEST RESTAURANT IN AFRICA 
45. Sühring, Bangkok (Thailand) | NEW ENTRY 
46. De Librije, Zwolle (Netherlands) | RE-ENTRY 
47. Benu, San Francisco (USA) | NEW ENTRY 
48. Ultraviolet, Shangai (China)
49. Leo, Bogotà (Colombia)| NEW ENTRY
50. Schloss Schauenstein, Fürstenau (Switzerland)| SUSTAINABLE RESTAURANT AWARD

Up

View in portrait mode.