Cappellini Design

GIULIO CAPPELLINI

  • … fare del buon design oggi significa da una parte creare prodotti utili e belli, dall’altra far sognare e sorridere le persone… Giulio Cappellini

    Il percorso di Giulio Cappellini nell’universo del design inizia verso la fine degli anni Settanta: una ricerca che lo ha portato in diversi continenti per scoprire cosa stesse succedendo in giro per il mondo e ad aprire quindi le frontiere della produzione italiana. Un percorso intrapreso con la curiosità e la tenacia di una persona che voleva creare identità con un progetto orientato alla sperimentazione nel design. Così, si creò una rete di giovani talenti di diversa provenienza e spesso sconosciuti.

  • Giulio Cappellini direttore artistico dell’azienda italiana di design Cappellini

1970

  • Cappellini Design - Revolving Cabinet (1970)
  • Gentile Sig. Cappellini, sono molto felice perché oggi i mandorli sono in fiore. SHIRO KURAMATA

    Gli aspetti che Giulio Cappellini ammira nei lavori di Shiro Kuramata sono la poesia, la leggerezza e l’ironia. I suoi oggetti sono straordinariamente innovativi e curiosi, mai banali. Sono funzionali, e soprattutto capaci di farci sognare.

    Revolving Cabinet (1970)

1980

  • Avevo avuto l’idea di creare una sedia basata solo sui suoi elementi strutturali […] Inizialmente si sarebbe dovuta chiamare Drinking Man’s Chair […] Giulio Cappellini è stato il primo a dimostrare interesse in ciò che stavo facendo. Jasper Morrison

    Nel 1988, appena Morrison esce dal Royal College of Art, inizia una delle collaborazioni più riuscite nella storia di Cappellini. La “Thinking Man’s Chair”, icona di design, è il primo oggetto che dimostra la capacità del marchio di prevedere le tendenze del grande pubblico mondiale.

    Thinking Man’s Chair (1988)
  • Cappellini Design - Thinking Man’s Chair (1988)

1990

  • Cappellini Design - Knotted Chair (1996)
  • Nel 1996, dopo aver visto il prototipo della Knotted Chair pubblicato su una rivista, ho provato subito a contattare il designer, Marcel Wanders. Giulio Cappellini

    Progettata inizialmente per Droog Design, la “Knotted Chair” ha avuto un’ottima produzione grazie all’occhio attento di Giulio Cappellini. È diventata un classico contemporaneo, che oggi si trova nelle collezioni permanenti di musei in tutto il mondo.

    Knotted Chair (1996)

2000

  • Ronan ed Erwan Bouroullec hanno offerto una visione estremamente leggera e suggestiva del design, che entra nel cuore della gente. Giulio Cappellini

    È cominciato tutto a Parigi nel 1998 con una sigaretta. Al Salon du Meuble, Giulio Cappellini aveva messo gli occhi sul primo progetto di Ronan, il maggiore dei fratelli Bouroullec, che a quel tempo non aveva ancora avviato la collaborazione artistica e commerciale con il fratello.

    Basket (2005)
  • Cappellini Sofa - Basket (2005)

2010

  • Cappellini Design - Drop (2012)
  • “Nendo” significa “modellare l’argilla” in giapponese…

    Nendo combina sempre idee ironiche e divertenti, espresse in modo efficace tramite i suoi disegni. Dedica grande attenzione ai materiali, cercando di ottimizzarne l’uso e rappresentandoli con linee delicate e leggere.

    Drop (2012)

2017

  • “Luce” è un prodotto progettato da me e da un giovane e promettente designer. Giulio Cappellini

    Le radici più profonde del lavoro di Antonio Facco possono essere ritrovate nella sua curiosità e nei suoi interessi trasversali. Percepisce il bisogno impellente di raccontare storie che portano sempre l’individuo a indentificarsi nel suo lavoro creativo.

    Luce (2017)
  • Cappellini Design - Luce (2017)