Social

Follow us

S.Pellegrino al Bocuse d’Or Europa 2018

S.Pellegrino al Bocuse d’Or Europa 2018

S.Pellegrino, in qualità di partner ufficiale, supporta ormai da molti anni la celebre competizione Bocuse d’Or. Sinonimo di stile e di qualità italiana, S.Pellegrino è l’acqua scelta dai locali più prestigiosi e continua la sua collaborazione con i più importanti eventi gastronomici al mondo.

La Norvegia ha conquistato il primo posto al Bocuse d’Or Europa 2018 che si è svolto a Torino l’11 e il 12 giugno. Lo chef ventottenne Christian André Pettersen, norvegese, insieme al commis Håvard André Josdal Østebø, ha convinto la giuria con le sue eccezionali doti creative e tecniche che ha utilizzato per elaborare i prodotti piemontesi e italiani, semplici ma di altissima qualità. Pettersen non è nuovo al podio: nel 2015, era arrivato terzo alle finali di S.Pellegrino Young Chef.

Anche l’Italia non ha deluso i suoi fan: lo chef Martino Ruggieri ha vinto l’accesso “wild card”, portando l’Italia alla Finale Mondiale, e il commis Curtis Malpas ha vinto il premio Best Commis. E visto che l’Italia è stato il Paese ospitante della competizione, i top chef italiani Carlo Cracco ed Enrico Crippa si sono uniti a Jérôme Bocuse e a Tamás Széll come membri onorari della giuria, per il piacere dei molti spettatori italiani presenti.

20 sono i Paesi che si sono affrontati in questa selezione continentale, e questa è la top 3:

1. Norvegia

2. Svezia

3. Danimarca

Finlandia, Francia, Belgio, Svizzera, Ungheria, Islanda e Regno Unito si uniscono all’Italia e alla top 3, per un totale di 11 team di origine europea, per sfidarsi alla finale di Lione nel 2019.

I premi speciali, oltre al già citato Best Commis conferito a Curtis Malpas (Italia) includevano:

  • Premio Piatto Speciale:

   alla Francia, con lo Chef Matthieu Otto

  • Premio Vassoio Speciale:

   alla Finlandia, con lo chef Ismo Sipeläinen

Sfortunatamente, 9 Paesi non sono riusciti ad accedere alla finale della competizione gastronomica Bocuse d’Or 2019:

Polonia, Paesi Bassi, Spagna, Russia, Croazia, Germania, Bulgaria, Estonia, Turchia.

La Sfida – Prodotti piemontesi

20 team, ognuno composto da un candidato, un commis e un coach, avevano esattamente 5 ore e 35 minuti per preparare una composizione su vassoio e un piatto artistico (14 piatti per degustazione) e presentarli alla giuria. Alcuni prodotti della regione Piemonte sono stati selezionati come elementi fondamentali per la preparazione del piatto e del vassoio:

- filetto di manzo fassone piemontese;

- Riso Sant’Andrea di Baraggia Biellese e Vercellese;

- animelle di vitello.

Oltre a valorizzare questi celebri prodotti piemontesi, ogni candidato doveva aggiungere un proprio tocco personale e incorporare la tradizione del Paese nelle preparazioni.

  • S.Pellegrino al Bocuse d’Or Europa 2018
  • S.Pellegrino al Bocuse d’Or Europa 2018
  • S.Pellegrino al Bocuse d’Or Europa 2018

Verso Lione 2019

Gli 11 chef si uniranno ai vincitori delle altre selezioni continentali, di America e Asia-Pacifico, per un totale di 24 candidati che andranno alla finale di Lione, in Francia.

Un 2018 emozionante

L’edizione 2018 del Bocuse d’Or è stata all’insegna dell’emozione, dopo la scomparsa del suo fondatore Paul Bocuse all’inizio dell’anno. Ha creato questo contest mondiale, spesso indicato come “olimpiadi gastronomiche”, nel 1987. Da quel momento, e ogni 2 anni, ha riunito i migliori chef al mondo, per una competizione che è una vera dimostrazione di tecnica e passione con lo stesso spirito del suo fondatore.

Segui i canali social ufficiali di S.Pellegrino con gli hashtag #Sanpellegrino, #BocusedOr e #roadtolyon per restare sempre aggiornato su questa emozionante competizione tra i team diretti a Lione.

Up

View in portrait mode.