brand

categories

Geography

Ultime News


  1. I nostri ristoranti
  2. Mappa delle stelle

Grand Hotel Des Palmes

All’inizio, e per inzio si intende la metà dell’ottocento, era la dimora di Benjamin Ingham quello del marsala. Era una severa costruzione di due piani, con le finestre che sporgevano su un bel giardino tropicale fatto di cactus, ficus, ibiscus, banani e tante, tante palme.
Di fronte, una severa chiesa gotica di rito anglicano eretta a spese della facoltosa famiglia inglese per continuare a professare la preghiera.
Verso la fine dello stesso secolo però varie vicissitudini familiari portarono alla vendita del palazzo a Enrico Ragusa, già proprietario del già famoso "Trinacria" di Via Bufera, che lo trasformò nel Grand Hotel Des Palmes subito ribattezzato Le Palme dai palermitani.

Da quel momento entrò ufficialmente nella storia di Palermo. Passarono per quelle stanze nomi illustri da Liszt allo scrittore francese Raymond Roussel, da Lucky Luciano a Charles Orlando per citare qualche famoso malavitoso d’oltreoceano e per finire, personalità del mondo dello spettacolo e della scena politica nazionale e internazionale…
Nel frattempo, nel 1907, il celebre architetto Ernesto Basile, il figlio di Gian Battista Filippo, lo adeguò al "Novecento", sparì il superato "jardin d'hiver" e comparvero nuovi spazi necessari per l’ormai indispensabile ampliamento.

Oggi le attuali 172 Camere e 8 suites, offrono la possibilità di una vacanza in ambienti prestigiosi, in un’atmosfera unica, ricca di storia, fascino ed eleganza. Soggiornare qui significa combinare idealmente la tradizionale eleganza e la moderna tecnologia che la struttura offre.
Modernità significa anche quattro Sale riunioni per organizzare e realizzare incontri di lavoro o eventi privati in un ambiente unico, dove il passato è si avverte semplicemente guardando gli stucchi, i soffitti intarsiati, i marmi e i velluti che arredano e abbelliscono questi spazi.
L'hotel in questi ultimi tre anni ha visto rinascere gli spazi comuni, i ristoranti, la hall e una buona parte delle camere attraverso una accurata ristrutturazione, che l’ha riportato agli antichi fasti di un tempo.

Durante la vostra sosta alle Palme, se siete fortunati, lo spirito di un elegante signore, il barone Guseppe Di Stefano di Castelvetrano, che ha vissuto qui per quarant’anni, potrebbe accompagnarvi alla scoperta di un luogo magico… sempre che abbiate voglia di ascoltarlo!

Un pezzo di storia di Palermo è qui.